Come cucinare carne alla griglia

Come cucinare carne alla griglia

Vuoi imparare come cucinare carne alla griglia? Continua a leggere: troverai i consigli giusti per una grigliata perfetta! Per mangiare carni pregiate del mondo puoi scegliere un ristorante napoli o un ristorante carne alla brace, oppure una steak house napoli. Ma se vuoi deliziare il tuo palato anche a casa, magari insieme agli amici, devi imparare come cucinare carne alla griglia.

Puoi scegliere il taglio che preferisci: rubia gallega scottona, angus irlandese, entrecote argentina, black angus americano, fassona piemontese, bistecca, charra spagnola, tomahawk scozia, bistecca di brontosauro, arrosticini, tomahawk scozia l’importante è che ti lo cuocia al meglio.

Una regola fondamentale per come cucinare carne alla griglia è non bucarla mai. La bistecca va posizionata sulla griglia e girata delicatamente con una pinza possibilmente solo una volta, in questo modo i succhi restano al suo interno, non vanno persi nel fuoco e la carne resta morbida e gustosa.

Come cucinare carne alla griglia – Scegliere le carni

Ogni taglio ha la sua particolarità, ma la prima regola su come cucinare carne alla griglia è scegliere una carne di ottima qualità. Se hai un macellaio di fiducia, tienitelo stretto: è una fonte di informazioni preziose. A lui puoi chiedere il taglio migliore per delle gustose bistecche di manzo od il miglior maiale da grigliare. Se invece il tuo fornitore è la grande distribuzione, non c’è problema: grazie alla tracciabilità delle carni, basta leggere l’etichetta per conoscere la provenienza degli animali, come sono stati nutriti e macellati e il luogo di lavorazione e confezionamento delle carni.

Una volta scelti i tuoi tagli preferiti, ricordati di trattarli bene. Per esempio, non lasciarli in frigo fino all’ultimo momento, altrimenti lo shock termico li rovinerà. Se vuoi grigliare una bistecca, tirala fuori un’oretta prima di cominciare a cuocerla.

Se non i dispiacciono i sapore decisi, puoi cospargerla con sale ed un filo d’olio oppure lasciarla per qualche ora in una marinatura composta da olio ed erbe aromatiche come timo, rosmarino o salvia.

Come cuocere carne alla griglia – Cosa abbinare

Le combinazioni migliori per una grigliata sono quelle classiche, ovvero verdure crude (via libera alle insalate di stagione, arricchite con pomodori, cetrioli e cipolle) o grigliate, che alleggeriscono il pasto. Da un punto di vista nutrizionale, inoltre, gli alimenti contenenti vitamina C aiutano l’assorbimento del ferro libero presente nella carne, rendendola ancora più salutare.

Nulla impedisce però di sfruttare la griglia anche per abbrustolire il pane e accompagnare la grigliata con delle intramontabili bruschette: strofina un po’ d’aglio sul pane arrostito, poggiaci una generosa porzione di pomodorini tagliati e conditi, un po’ di origano e una bella foglia di basilico, et voilà!

Come cuocere carne alla griglia – La Brace

Molti pensano che cuocere la carne alla griglia significhi assicurarle una fiamma viva e potente. Sbagliato! La griglia su cui poggerai la carne dev’essere rovente, certo. Ma la fiamma non dev’essere alta, né scoppiettante: la carne si cuoce meglio e non rischia di carbonizzarsi (diventando pericolosa per la salute) solo se la carbonella è ricoperta da una sottile polvere bianca e la fiamma è bassa.

Una raccomandazione tanto semplice quanto fondamentale è scegliere un posto sicuro per cuocere carne alla griglia. A meno che non ci siano appositi barbecue (segnalati e generalmente affittabili) non si deve mai accendere un fuoco in una zona boschiva. Il rischio di incendi è davvero alto, perché basta un attimo di distrazione per dare fuoco all’ambiente.

Inoltre, animali domestici e bambini devono sempre essere tenuti a debita distanza dalla griglia, che dev’essere sempre sorvegliata da un adulto ed accuratamente spento dopo l’utilizzo.

Vuoi conoscere i segreti su come cucinare carne alla griglia? Seguici e li scoprirai!

Categorie Blog